Casting a Roma per la nuova miniserie Rai intitolata “L’Italia chiamò”

Si cercano uomini e donne per la realizzazione di una nuova miniserie Rai intitolata “L’Italia chiamò”. La serie, che sarà ambientata nel 1800, comprenderà quattro episodi di 50 minuti ciascuno. La miniserie è prodotta da Pepito Produzioni per Rai Fiction, garantendo un’alta qualità di produzione e una grande visibilità.

Data la natura storica della miniserie, è importante che i candidati possiedano un aspetto adeguato all’epoca in cui è ambientato il progetto. Pertanto, saranno escluse dal casting persone con taglio e colore di capelli moderni, sopracciglia troppo sottili o tatuate, piercing e tatuaggi visibili. Questo contribuirà a creare un’ambientazione autentica e realistica per la miniserie.

I candidati ideali saranno uomini e donne di origini liguri e piemontesi, fornendo un tocco di autenticità alle rappresentazioni dei personaggi e delle ambientazioni storiche. L’opportunità di partecipare a una produzione di questa portata offre un’esperienza unica per gli attori e le attrici, consentendo loro di lavorare a stretto contatto con professionisti del settore e di mostrare il proprio talento in un progetto prestigioso. Il lavoro sarà regolarmente retribuito.

Le riprese della miniserie si svolgeranno a Roma nel mese di luglio, offrendo l’opportunità di vivere l’esperienza del set cinematografico in una delle città più affascinanti e ricche di storia al mondo. Roma fornisce un contesto ideale per le ambientazioni d’epoca, con i suoi monumenti, le strade antiche e i suggestivi panorami che contribuiranno a creare l’atmosfera giusta per la miniserie.
Questa è un’opportunità unica per far parte di un progetto di prestigio e per mostrare il vostro talento nel mondo dello spettacolo.
Tutti i dettagli sono disponibili nell’area riservata di Casting News Professional al seguente link: Nuovi casting a Roma per la miniserie Rai “L’Italia chiamò”

Per tutti gli altri casting di cinema, TV e teatro vai al sito di Casting News Professional
www.castingnews.eu

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *